Concorso di idee_Comune di Apricena:riqualificazione di Via Roma

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVAPREMESSAVia Roma si anima giornalmente dello spirito popolare e sociale di Apricena. Da sempre incanala quel flusso di fervore rumoroso in movimento su e giù, da parte a parte. E’ passaggio. É piazza.All’inizio era Strada dei Cappucini, via esterna che collegava “l’abitato” con il Convento dei Cappuccini, ubicato nell’attuale Villa Comunale.Il primo tratto di Via San Marco (l’attuale Via Roma), proseguimento di Via Mariani (oggi Corso Generale Torelli), fu progettato nel 1886, per una lunghezza di circa mt 180,00 (all’altezza dell’attuale Via Puglie). Fu denominata in seguito Via Cesare Battisti, per diventare durante il periodo mussoliniano, Via Roma.Il percorso di Via Roma collega il Castello, “vecchio polo direzionale”, simbolo del potere regio federiciano, con il piazzale Andrea Costa prospiciente la villa comunale, ex-orto devoluto alla pubblica utilità nel 1920. I due nuclei assumono oggi significati di centralità civile e si confermano tali per la portata dei passanti.Scopo dell’intervento è migliorare le qualità spaziali di Via Roma, valorizzandone lo spazio urbano e potenziandone la riconoscibilità mediante l’utilizzo della pietra di Apricena.IL PROGETTOL’idea progettuale è di trasformare l’attuale Via Roma, in “Corso Roma”, una piazza continua, una “rambla”, che sia la naturale prosecuzione del piazzale Andrea Costa e della Villa Comunale. La riorganizzazione del corso avverrà mediante l’utilizzo della pietra di Apricena e la realizzazione del verde, il cui disegno conferirà al corso, dinamismo.Il progetto prevede l’eliminazione della differenza di quota “strada-marciapiede”, a favore della realizzazione di “una piazza continua in pietra di Apricena”, lunga circa 350 mt, che collega Piazza Andrea Costa con il nucleo antico della città.I marciapiedi esistenti, realizzati circa una decina di anni addietro, in buono stato, saranno recuperati. Il progetto della pavimentazione della piazza continua, ha tenuto conto delle tonalità e delle tipologie della pietra presente sui marciapiedi.Nell’idea progettuale la pietra locale diventa l’elemento generatore della composizione architettonica. Il disegno della pavimentazione in Pietra di Apricena “partecipa” alla creazione degli elementi del progetto:-          la pavimentazione “si alza” per diventare seduta;-          gli elementi di pietra a correre definiscono il verde. Corso Roma diventerà la galleria espositiva all’aperto delle pietra di Apricena. Come rappresentato nelle tavole, è previsto l’utilizzo di più tipologie e di svariati formati lavorati in modo diverso, ma con l’obiettivo univoco di conferire al corso una forte identità e una chiara percezione visiva.L’idea progettuale prevede la trasformazione di Via Roma in “Corso Roma”, completamente a servizio dei pedoni.“Corso Roma” diventerà un salotto,  dove poter passeggiare, fare shopping, bere un drink, dove potersi riposare all’ombra delle piante.E’ previsto il collegamento wi-fi gratuito a servizio dei frequentatori e di tutte le attività presenti. Il corso sarà dotato inoltre, di un impianto di video sorveglianza.Un tempo non molto remoto, Via Roma era caratterizzata dalla presenza di opere d’arte in Pietra di Apricena, realizzate da scultori di livello internazionale, che vennero in seguito dislocate in altre zone della città. Un vero peccato, poiché esclusi i marciapiedi in Pietra di Apricena e alcuni inserti presenti sulle facciate degli edifici, la presenza della pietra è davvero ininfluente.E’ per questo che il progetto prevede l’ubicazione di “nuove opere artistiche” in Pietra di Apricena, che oltre a caratterizzare il corso esteticamente, garantiranno la sostenibilità ambientale, poiché saranno integrate da celle fotovoltaiche.Le sculture in pietra saranno ubicate a ridosso delle “piazzette” (gli ex attraversamenti) e con l’integrazione di moduli fotovoltaici garantiranno il funzionamento:-          dell’impianto illuminotecnico a led;-          dell’impianto di video-sorveglianza;-          del wi-fi;-          delle insegne pubblicitarie delle attività presenti.Corso Roma sarà dotato di fogna bianca, per raccogliere e smaltire le acque meteoriche. I chiusini saranno tutti in Pietra di Apricena. LA MOBILITA’Il progetto prevede l’introduzione della pedonalità esclusiva di Via Roma. Per evitare l’attraversamento veicolare del nuovo corso è prevista l’installazione agli incroci di videocamere. Il parcheggio dei veicoli dei gestori delle attività presenti e dei frequentatori, sarà garantito nelle “frange”.La pedonalizzazione di Via Roma comporterà la preclusione degli attraversamenti del traffico veicolare. In ogni caso sarà garantito il collegamento diretto della città da nord a sud (V.le Aldo Moro-Via G.di Vittorio) attraverso Via Vittorio Veneto, mettendo in atto tutti i sistemi per rallentare il traffico in modo da non creare disagio ai residenti.Sarà inoltre garantita “una comoda” carreggiata, necessaria alla circolazione dei mezzi di soccorso dei vari fornitori. LA SOSTENIBILITA’Descrizione generale dell’impiantoL’impianto fotovoltaico sarà disposto su cinque strutture indipendenti, ciascuna delle quali ospiterà un totale di 6 moduli fotovoltaici. È quindi prevista l’installazione di 30 moduli fotovoltaici policristallini ad alta efficienza (300 Wp) che consentono di conseguire una potenza totale installata pari a 9 kWp.L’impianto proposto è di tipo grid-connected e la tipologia di allaccio è trifase in bassa tensione.Producibilità dell’impiantoL’energia annua prodotta risulta pari a 11 921.76 kWh. (Nella seguente tabella è riportata l’energia mensile prodotta).sostenibilità energetica ed economicaGrazie all’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico proposto, sarà possibile soddisfare l’assorbimento energetico annuo, derivante dall’illuminazione pubblica del corso (lampioni e strip led delle sedute) e dall’impianto di videosorveglianza, complessivamente stimato intorno ai 10 000 kWh annui.Il Payback dell’impianto è stimato pari a circa 9 anni. sostenibilità ambientale

L’impianto fotovoltaico proposto consente la riduzione di emissioni in atmosfera delle sostanze che hanno effetto inquinante e di quelle che contribuiscono all’effetto serra, come illustrato nella seguente tabella.
Emissioni evitate in atmosfera di CO2 SO2 NOX Polveri
Emissioni specifiche in atmosfera [g/kWh] 470.0 0.341 0.389 0.014
Emissioni evitate in un anno [kg] 5 603.23 4.07 4.64 0.17
Emissioni evitate in 20 anni [kg] 102 981.19 74.72 85.23 3.07